Generali informazioni

Alla confluenza dei fiumi Mekong e Xe Don, Pakse è la capitale della provincia di Champasak ed è considerata la città più grande dell’estremo sud del Laos. Pakse è sinonimo di Wat Phou come Siem reap e Angkor Wat. Se avete intenzione di andare al Bolaven Plateau o Si Phan Don probabilmente dovrete passare un po’ di tempo qui.

Cosa da fare

Ci sono diverse attrazioni che vale la pena di vedere: Wat Luang, sul ponte di metallo sopra il Si Phan Don, e Wat Tham Fai o Wat Phou vicino al Champasak Palace Hotel.

C’è un buon museo, piccolo ma con una serie di mostre naturali e culturali, e il mercato è infinitamente affascinante anche se a volte, con gli uccelli, le rane e il pesce venduti per la pentola, è necessario uno stomaco forte solo per guardare.

Ci sono anche i posti da vedere nei dintorni di Pakse: date un’occhiata ai villaggi, alle piantagioni e alle cascate dell’altopiano di Bolaven. Il cammino di Ho Chi Minh non è troppo lontano ma, però c’è poco da vedere e vale la pena ricordare che tutta l’area è stata bombardata di saturazione durante la Guerra Segreta.

Inoltre, Pakse sta diventando un punto di partenza sempre più popolare in Laos perché c’è un ottimo collegamento stradale, via Chong Mek, per Ubon Ratchathani, una città incantevole, facilmente raggiungibile da Bangkok, e che vale un paio di giorni di tempo per chiunque (aggiungere un giorno in più per vedere le rovine dei Khmer proprio all’interno della Cambogia; si può entrare senza visto per vedere il sito).

Come andare a Pakse

Ci sono collegamenti stradali a nord per Savannakhet e poi per Vientiane; e collegamenti a sud per Champasak (per Wat Phou), Si Phan Don e il confine cambogiano. Ci sono frequenti voli della Lao Aviation tra Pakse e Vientiane.

Quando viaggiare in Pakse

Il miglior tempo per visitare il Laos è nella stagione fredda, tra novembre e febbraio. La pioggia di solito è finita, tutti i fiumi sono navigabili, e le strade sono buone per guidare durante questo periodo.